Banner

Sezione Multimediale

Cerca nel sito

Feed RSS

Sondaggio

Conosci la rivista "INNOVITATE"?



Risultati

Torre d'oro 2013 a Valerio Binasco

  • PDF

Quest'anno, il Centro Studi “In Novitate” Onlus assegnerà il prestigioso riconoscimento Premio Torre d’ Oro 2013, all’attore e regista Valerio Binasco, domenica 29 settembre, alle ore 10,30 presso il salone della Civica Biblioteca di Novi Ligure.valerio binasco

Il  Premio giunto alla XXIX edizione, si avvale del patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Alessandria, del Comune di Novi Ligure, e della preziosa collaborazione del Centro Orafo fratelli Ghio di Serravalle Scrivia.

Valerio Binasco nasce a Novi Ligure nel 1965, uomo di teatro nel senso più ampio del termine, sente fin dalla  prima giovinezza la passione per l’arte drammatica e per il teatro, attualmente è tra i protagonisti più apprezzati sulla scena italiana. Questi i vari passaggi della sua brillante carriera.

 

Frequenta la Scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, dove si diploma nel 1988. Qui debutta come attore, prendendo parte a LA PUTTA ONORATA, LA BUONA MOGLIE di Goldoni, INVERNI di Silvio D’Arzo, ARDEN DI FAVERSHAM di Anonimo Elisabettiano, spettacoli per la regia di Marco Sciaccaluga.

Lavora poi con Carlo Cecchi, prendendo parte ad AMLETO, di Shakespeare, produzione Festival di Spoleto e Teatro Stabile di Firenze.

Torna a collaborare con Genova, interpretando il ruolo del protagonista ne IL RE CERVO, di Carlo Gozzi e in seguito IVANOV di Anton Checov.

Nello stesso periodo avvia stabilmente anche l’attività di insegnante di recitazione alla Scuola del Teatro Stabile di Genova, che prosegue tuttora. Nel corso degli anni insegnerà con continuità all’ Accademia Silvio D’Amico di Roma, e alla Scuola Civica Paolo Grassi di Milano.

Inizia quindi un periodo di intensa collaborazione con Franco Branciaroli, che lo vede tra i protagonisti di vari spettacoli, tra cui: ANTIGONE di Sofocle, I DUE GEMELLI VENEZIANI  di Goldoni, LA BISBETICA DOMATA di Shakespeare, RE LEAR di Shakespeare, L’ISPETTORE GENERALE di N. Gogol’ del quale è protagonista.
Ritorna a lavorare con Carlo Cecchi, prendendo parte a FINALE DI PARTITA di Samuel Beckett, nel ruolo di Clov  (Premio UBU 1995 come Miglior Spettacolo Italiano e migliore regia), e LA SERRA di Harold Pinter entrambe produzioni del Teatro Stabile di Firenze.
Con il Teatro Garibaldi e il Teatro Biondo di Palermo, sempre per la regia di Carlo Cecchi è tra i protagonisti del progetto Trilogia Shakespeariana che comprende: AMLETO (nel ruolo di Amleto), SOGNO DI UNA NOTTE D’ESTATE, MISURA PER MISURA.

Per l’interpretazione di Amleto riceverà il premio ’Linea D’ombra’, e il Premio Ubu 1998 .

Intanto è iniziata la sua attività nella regia, dapprima in qualità di assistente di Carlo Cecchi per NUNZIO, di Spiro Scimone, per il Teatro di Firenze, e poi, sempre di Spiro Scimone, firma la regia di BAR, debuttando presso il Festival di Taormina.

In veste di regista torna al Teatro di Genova, e mette in scena LA BELLA REGINA DI LEENANE, di Martin Mcdonagh, l’anno successivo, NATALIA di Danilo Macrì.

Per il Teatro Stabile di Firenze è regista e interprete, nel ruolo di Robert, di TRADIMENTI di Harold Pinter.

Con la produzione del Teatro Stabile di Roma firma la regia de IL GABBIANO di Checov,  recitando nel ruolo di Trigorin.

Avvia una intensa collaborazione con il Teatro Stabile di Parma che lo vede dapprima impegnato come attore protagonista ne LO STRANIERO di Albert Camus, per la regia di Franco Però,

e poi come regista per la versione teatrale di FESTEN (a cura di Edoardo Erba), e per CARA PROFESSORESSA di Ludmilla Razumovskaja (Premio Ubu 2003 come migliore novità straniera).

Presso il Teatro di Parma svolge anche attività di insegnante di recitazione alla Scuola Europea di Teatro.

Come attore ha lavorato ne LA STANZA e in CELEBRATION di Harold  Pinter (Festival Novecento a Palermo) per la regia di Roberto Andò, successivamente ha collaborato con il Teatro Stabile delle Marche interpretando il ruolo di Cal in NEGRO CONTRO CANI di Kòltes, regia di Giampiero Solari.

Ha preso parte a EDIPO A COLONO, di Sofocle, nel ruolo di Polinice, diretto da Mario Martone per il Teatro stabile di Roma (Premio ETI- Gli Olimpici del Teatro, migliore attore non protagonista, e Premio Ubu )

Ha firmato la regia di TI HO SPOSATO PER ALLEGRIA di Natalia Ginsburg, per il Teatro Stabile di Firenze, de IL DIO DI ROSERIO di Giovanni Testori (Teatro di Pistoia), e de IL CORTILE di Spiro Scimone (Festival D’ Automne di Parigi,  Festival di Gibellina).
Per il Teatro Stabile di Genova porta in scena LA CHIUSA, di Conor Mc Pherson (Premio UBU 2006, nuovo testo straniero, e Premio della Critica 2006, miglior spettacolo), e  QUALCUNO ARRIVERA’, di Jon Fosse, di cui è anche interprete.

Continua la collaborazione con Carlo Cecchi, nella sua edizione di TARTUFO di Moliere, nel ruolo di Tartufo.

Nel 2007 ha portato in scena  NOCCIOLINE, di Paravidino, prodotto dal Teatro Eliseo di Roma e dal Teatro Stabile di Parma,

Nel 2008 per il Teatro Stabile di Roma ha diretto e interpretato E LA NOTTE CANTA, di J Fosse, nello stesso anno, per l’Eliseo di Roma ha portato in scena ‘UN GIORNO D’ESTATE, di Jon Fosse

Nel 2009 L’INTERVISTA di Natalia Ginsburg, sempre per  l’Eliseo.

Nel 2010 firma la regia di ‘SONNO ‘ di Jon Fosse, per il teatro della Tosse di Genova, di cui è anche interprete  ( Premio della Critica 2010 )

E nello stesso anno è interprete del monologo  ‘ CROCIATE ‘, regia e autore Gabriele Vacis, produzione T.R.A. e Spoleto Festival.

Per il Teatro Eliseo di Roma dirige ROMEO E GIULIETTA di Shakespeare  ( premio UBU miglior regia). Nello stesso anno è regista de ‘IL CATALOGO’ di Carriere.

Firma poi la regia e l’adattamento di E’ STATO COSI’, monologo tratto dal romanzo omonimo di Natalia Ginsburg

Lavora al teatro Stabile di Bologna e mette in scena ‘La FONDAZIONE’ di Raffaello Baldini.

Nel 2012 fonda la Popular Shakespeare Kompany, e mette in scena, presso il Teatro Romano di Verona e in collaborazione con lo Stabile di Prato, LA TEMPESTA di Shakespeare, di cui è anche protagonista.

Nel 2013 La Popular Shakespeare Kompany, insieme al teatro stabile di Torino,  mette in scena al teatro di Verona IL MERCANTE DI  VENEZIA, di Shakespeare.

In cinematografia ha preso parte a:

  • Tutto mi parla di te (2011) regia di Alina Marazzi
  • Noi Credevamo (2009) regia di Mario Martone
  • Un giorno perfetto  (2007) regia di Ferzan Ozpetek
  • Non prendere impegni stasera (2006) regia di Gianluca Maria Tavarelli
  • Texas (2005) regia di Fausto Paravidino
  • La bestia nel cuore (2005) regia di Cristina Comencini
  • Lavorare con lentezza (2004) regia di Guido Chiesa
  • Keawe (2005) di Valerio Binasco
  • Cassa veloce (2003)  cortometraggio di F. Falaschi
  • Tre punto sei (2002) regia di Nicola Rondolino
  • Non è giusto (2001) regia di Antonietta de Lillo
  • Qui non è il paradiso (2000) regia di Gianluca Maria Tavarelli
  • La vita Altrui (2000) regia di Michele Sordillo
  • Domenica (2000) regia di Wilma Labate.

 

Valerio Binasco, senza dubbio, si colloca tra gli attori e  registi più apprezzati della nuova generazione.

 

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Settembre 2013 20:20